Svezia-polveriera, Ibra coi nervi a fior di pelle