Dopo Ibra, il "made in Italy" di basso profilo