Ambro chiede collettivo e coesione, ma con il Real si arrende senza graffiare