Brasile d'argento, Pato e Gabriel non sfatano il tabù