Pato+Binho: nuovo modulo, nuova vita?