Per Abate e Antonini le sirene russe suonano ancora