Ibra la suggestione, Kondogbia l’affare: ecco perché Montecarlo è la tappa rossonera più importante