Romagnoli "nuovo Nesta"? I numeri dicono di sì