Cerci: "I fischi della Maratona sono una pugnalata alle spalle. Torino, non era profondo amore..."