Approccio, lettura della gara e scelte: gli errori di Sinisa