Continuità, questa maledetta sconosciuta. Qual è il vero Milan?