Miha, sospiro di sollievo grazie a Niang. E panchina più solida