Terzini rossoneri, la parabola negativa: ricercare le proprie qualità tecniche per non involvere