Il Milan di Miha, nonostante tutto