SPAZIO MILANELLO/ La rifinitura prima del Torino