Quando la condizione fisica può fare la differenza: il Milan è al top