Niang, la cresta giusta: adesso è intoccabile e decisivo per l'attacco