Ibra e Witsel, Berlusconi sogna il doppio colpo (im)possibile