Sabatini tra dimissioni e futuro