Il Milan apre all'ingresso in società di Sabatini come spalla di Galliani. Niente rivoluzione