Da Mihajlovic a Brocchi, rischio crollo