Robin Li, il Berlusconi d'Oriente che vuole il Milan