Brocchi torna al 4-3-3, ma senza motivazioni non si va da nessuna parte