Da figlio d'arte a senatore. Antonelli-Milan, ora si fa sul serio