Gioco, stile e milanismo. Perché Montella è la scelta migliore