I cinesi rilanciano: 400 milioni subito per convincere Berlusconi