Torino: potenziale offensivo e intensità, ma la retroguardia è un enigma