Un passo indietro come trampolino di lancio. Montella ci crede, la squadra?