È un drago che si morde la coda