Repubblica: cellulari spenti e tanta tattica, le basi della Montella revolution