SPAZIO MILANELLO/ Lavoro diviso in due gruppi: tattica e palle inattive