Poche parole e tanti fatti. È il Milan di Montella