È cambiata la mentalità: il Milan segna, quasi sempre vince e non prende gol