Zero luci, tante ombre: Luiz Adriano e un addio più che giusto