CorSera, Donnarumma non si sente mercenario: ora è triste e ci ripensa