MILAN-RIJEKA/ Squadra spaccata in due: attacco top, difesa da museo degli orrori