Cassano, titolare… azzurro o viola

Prandelli avvisa, Allegri gli fa eco e in mezzo al guado si ritrova Antonio Cassano. Fantantonio è a un bivio importante, determinato dalla necessità di tornare titolare fisso nel club per non perdere il bus di Euro 2012. In questo quadro può maturare il suo precoce addio al Milan. Alla finestra c’è la Fiorentina (c’è l’ok di Mihajlovic), ma c’è da risolvere il nodo-ingaggio. Alternativa il Napoli: Cassano potrebbe entrare nell’affare-Hamsik (come anticipato da SpazioMilan domenica scorsa, ndr).

Una prospettiva, quella del San Paolo, che entusiasmerebbe il giocatore e il tifo napoletano e molto meno Walter Mazzarri, che passerebbe da un trequartista dinamico come lo slovacco a un “pensatore”, anche se dai colpi raffinatissimi, come il barese. Cassano, oggettivamente, non è l’attaccante perfetto per il calcio dell’allenatore di San Vincenzo.

Sinisa Mihajlovic, invece, inietterebbe molto volentieri la qualità e l’esperienza di Cassano nella sua acerba Fiorentina, ma l’operazione non è facile. Il ds viola Pantaleo Corvino, a proposito del possibile affare, pronuncia una smentita a tempo (“Cassano non ci interessa. Per ora”) che sa tanto di attendismo, di monitoraggio in silenzio dell’evoluzione dei rapporti tra il Milan, il giocatore e il suo agente Beppe Bozzo. Tra gli spiragli aperti per un possibile accordo, c’entra anche Riccardo Montolivo: il Milan è sempre stato molto in ombra rispetto a Juventus e Inter sul centrocampista azzurro, ma potrebbe sferrare l’attacco nel caso la trattativa per Hamsik non prenda una buona piega. E l’orizzonte di Cassano, in quel caso, assumerebbe davvero una tonalità viola.

(Fonte: Sportmediaset)

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy