Che ne sarà di Grava ed Aronica?

Che ne sarà di Grava ed Aronica?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La domanda che si pongono molti tifosi del Napoli, riguarda il futuro dei due esperti difensori.
Che ne sarà di Grava ed Aronica? Continueranno a far parte del gruppo, oppure saranno “sacrificati”  in nome della crescita e del progetto?

Su Gianluca Grava pesa molto l’infortunio nel match contro la Fiorentina del 15 gennaio scorso, unica nota stonata di una stagione da ricordare. Fino a quel momento, il difensore nativo di Caserta, sembrava rigenerato dal tecnico azzurro, dando prova delle sue qualità tecnico-tattiche, facendo breccia nel cuore dei tifosi anche per l’attaccamento alla maglia, attaccamento che lo ha reso uno dei leader indiscussi dello spogliatoio partenopeo. Detto questo la sua permanenza sembrerebbe scontata, considerando anche il recente prolungamento contrattuale.


l’altro nome è quello di Salvatore Aronica. In favore del difensore mancino, acquistato nell’estate del 2007 e che sostituì l’infortunato Grava durante la partita casalinga contro la Fiorentina, c’è il giudizio del tecnico toscano, che lo ha sempre considerato un elemento prezioso della retroguardia partenopea, ma che ad un’analisi più lucida, potrebbe essere chiuso da una prevedibile crescita nel ruolo da parte del talento spagnolo Victor Ruiz, sul quale la società ha puntato per il futuro, facendo un investimento complessivo da 8.5 milioni di euro durante l’ultima finestra di mercato.

Ritornando alla domanda iniziale: Che ne sarà di Grava ed Aronica? Per ora ai tifosi partenopei non è dato conoscere la risposta, ai quali non resta altro che aspettare, e capire quali saranno le scelte societarie riguardo la rosa di difensori, che dovrà comunque essere competitiva sia per il prossimo campionato che per la Champions League.

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy