Max revolution: diavolo cinico e spietato

Max revolution: diavolo cinico e spietato

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Utilitarista è la parola giusta per spiegare una statistica così. Il Milan, durante questa stagione, ha totalizzato per ben otto volte il risultato di 1-0 a proprio favore. 8 preziose vittorie, 24 punti essenziali ai fini della classifica attuale.

Un dato molto importante, segno di una squadra attenta e concentrata. Milan che va in vantaggio e che riesce a tenere il risultato, difendendosi bene e con ordine ma non rinunciando ad attaccare. Un risultato che viene definito ” sofferto ” ed è vero, la squadra di Allegri ci ha ormai abituato anche a questo, sprecare molto ma colpire senza preavviso e in maniera decisiva. 8 partite sono andate a finire così, risultati fondamentali per il campionato, segnali di forza e cinismo.

Queste, in ordine cronologico, le partite conclusesi per un 1-0 a favore dei rossoneri. Milan-Genoa 1-0, rete di Ibra. Parma-Milan 0-1, rete di Pirlo. Inter-Milan 0-1, rete di Ibra. Milan-Fiorentina 1-0, rete di Ibra. Cagliari-Milan 0-1, rete di Strasser. Juventus-Milan 0-1, rete di Gattuso. Brescia-Milan 0-1, rete di Robinho. Milan-Bologna 1-0, rete di Flamini. Per 5 volte questo risultato è stato costruito in trasferta e per 3 volte il marcatore è stato Zlatan Ibrahimovic, a conferma di una squadra concreta e un fuoriclasse assoluto.

Reti che vengono realizzate, in gran parte, dai centrocampisti. La capacità di risolvere una partita, tirando da fuori o inserendosi tutto ad un tratto. Il gol che non ti aspetti, quelli però che sono serviti e molto per costruire questo prossimo nostro successo. Statistica bella e incoraggiante per una stagione dominata e controllata al meglio.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy