Tempi duri per Clarence Seedorf

Dopo una stagione speciale, dopo la conquista del diciottesimo scudetto e dopo essere stato confermato, anche Seedorf si meriterebbe un pochino di riposo. Niente da fare invece per il nostro numero 10.

Clarence è stato intervistato dal Corriere della Sera e contraddistinto dalla sua consueta diplomazia ha espresso il suo parere a proposito di due questioni piuttosto importanti, che periodicamente tornano a preoccupare e creare imbarazzo: Il razzismo e il calcioscommesse.

“In Italia non c’è razzismo, solo ignoranza. Gli insulti a Eto’o sono figli della maleducazione. Calcioscommesse? Certi episodi non rappresentano il movimento, il calcio italiano vale molto di più” , ha dichiarato il calciatore.

Sa bene di cosa sta parlando Seedorf;  da episodi di razzismo del resto è stato colpito anche lui, ma è sempre riuscito a dribblare con una classe innata sugli avvenimenti che lo hanno colpito di persona. Per quanto riguarda il calcioscommesse invece,  forse il calcio italiano POTREBBE e DOVREBBE  valere molto di più, ma questa è un altra storia.

LEGGI ANCHE:  Maldini studia il colpo a centrocampo dall'Empoli: è duello con l'Inter!

Dalle  interviste del nostro centrocampista però non è mai trapelato nulla di personale e in particolare nulla sul momento delicato che sta vivendo il club brianzolo, del quale il nostro numero dieci è proprietario.

Un gruppo di 70 tifosi si è infatti riunito nel tentativo di convincere il giocatore rossonero ad abbandonare la squadra di Monza, dopo la retrocessione in seconda divisione.  I sostenitori del club hanno anche creato una pagina facebook intitolata molto chiaramente :” Clarecnce Seedorf via da Monza”. Se non altro il posto alla corte di Allegri è stato confermato…