Tempi duri per Clarence Seedorf

Tempi duri per Clarence Seedorf

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo una stagione speciale, dopo la conquista del diciottesimo scudetto e dopo essere stato confermato, anche Seedorf si meriterebbe un pochino di riposo. Niente da fare invece per il nostro numero 10.

Clarence è stato intervistato dal Corriere della Sera e contraddistinto dalla sua consueta diplomazia ha espresso il suo parere a proposito di due questioni piuttosto importanti, che periodicamente tornano a preoccupare e creare imbarazzo: Il razzismo e il calcioscommesse.

“In Italia non c’è razzismo, solo ignoranza. Gli insulti a Eto’o sono figli della maleducazione. Calcioscommesse? Certi episodi non rappresentano il movimento, il calcio italiano vale molto di più” , ha dichiarato il calciatore.

Sa bene di cosa sta parlando Seedorf;  da episodi di razzismo del resto è stato colpito anche lui, ma è sempre riuscito a dribblare con una classe innata sugli avvenimenti che lo hanno colpito di persona. Per quanto riguarda il calcioscommesse invece,  forse il calcio italiano POTREBBE e DOVREBBE  valere molto di più, ma questa è un altra storia.

Dalle  interviste del nostro centrocampista però non è mai trapelato nulla di personale e in particolare nulla sul momento delicato che sta vivendo il club brianzolo, del quale il nostro numero dieci è proprietario.

Un gruppo di 70 tifosi si è infatti riunito nel tentativo di convincere il giocatore rossonero ad abbandonare la squadra di Monza, dopo la retrocessione in seconda divisione.  I sostenitori del club hanno anche creato una pagina facebook intitolata molto chiaramente :” Clarecnce Seedorf via da Monza”. Se non altro il posto alla corte di Allegri è stato confermato…

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy