8 settembre: si entra nella nuova era Juve!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’8 settembre 2011, la Juve taglierà il nastro del nuovo stadio.
I lavori d’impiantistica (drenaggio, irrigazione e riscaldamento) sono già ultimati; ora si sta procedendo alla posa del terreno, della sabbia, del limo e dell’argilla. L’ultima fase prevede poi la zollatura che verrà realizzata a fine luglio o al massimo la prima settimana d’agosto. I seggiolini del 1° livello delle gradinate sono già montati, ora si sta lavorando su quelli del 2° livello. Anche i lavori di allestimento degli ambienti, procedono con fermento.

La società bianconera ha fatto le cose in grande anche per ridurre il consumo energetico adottando tecnologie innovative grazie alle quali sarà possibile ottimizzare l’efficienza energetica evitando gli sprechi. Verranno installati impianti solari termici per sfruttare l’energia solare grazie alla quale verrà riscaldata l’acqua per gli spogliati e verrà prodotta l’energia elettrica necessaria allo stadio. Per l’irrigazione del campo, invece, verranno sfruttate le acque meteoriche.

La più grande novità della nuova struttura sarà che questa sarà di proprietà della Juventus. La Vecchia Signora, quindi, sarà il primo club italiano a dotarsi di un impianto di proprietà con le aree griffate da Pininfarina e Giugiaro.
A fianco dello stadio, nascerà il Museo Bianconero.
Alcuni numeri:
– 41.000 : spettatori che lo stadio potrà ospitare;
– 4.000 : posti auto disponibili;
– 7.5 m e 49 m : distanza tra la prima e l’ultima fila;
– 86 m : altezza dei 2 pennoni in acciaio, simboli dello stadio;
– 355.000 : metri quadrati dell’area urbana interessata al progetto;
– 34.000 : metri quadrati dedicati all’area commerciale intorno allo stadio.


Sarà una struttura da mille e una notte, tecnologica e aperta al pubblico 7 giorni su 7.
In caso di emergenza, lo stadio avrà un sistema di evacuazione come mai nessun altro ha mai avuto: 16 passerelle permetteranno l’uscita di tutto il pubblico in 4 minuti.

L’area commerciale prevista, conterrà negozi, shopping center e 30.000 m di verde pubblico.
Lo stadio sarà visitabile e una volta a settimana, la squadra bianconera si allenerà sul campo della nuova struttura offrendo l’occasione ai tifosi di poter assistere all’allenamento.
In attesa di sapere quando la squadra di Conte giocherà in casa la prima partita, a giorni verranno resi noti tutti i dettaglia per acquistare i biglietti per la manifestazione.

Stefania Brichese

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook