Didac Vilà attacca Allegri

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il terzino Didac Vilà, ora in prestito all’Espanyol, ha rilasciato qualche dichiarazione riguardante la sua esperienza in rossonero.

Il giocatore dell’under 20 spagnola ha lanciato un duro attacco ad il suo ex allenatore Massimiliano Allegri: “La mia prima esperienza in Italia non è andata bene del tutto. Il problema era non giocare. L’allenatore non mi ha dato fiducia, non ero nei suoi piani già dall’inizio, cosa che non è normale”.

Didac non ha solo delle parole di sconforto per la sua breve esperienza in rossonero, ha infatti dichiarato: “Galliani è un mito, una persona molto tranquilla, che mi ha dato molta fiducia. Mi ha sempre detto di avere pazienza “

Oltre che per l’amministratore delegato rossonero il giovane spagnolo ha tessuto le lodi di qualche giocatore rossonoero: “Mi sono trovato meglio con i giocatori che parlavano spagnolo. In Italia ci si allena e si gioca molto negli spazi ridotti e credo che questo mi ha reso un giocatore più rapido. La verità è che c’erano dei calciatori fantastici. Seedorf è ancora una meraviglia, a Pirlo è quasi impossibile rubare palla e Gattuso è incredibile, è ovunque”.

Nonostante queste dichiarazioni non propriamente idilliache nei confronti dell’allenatore Didac Vilà è convinto di poter tornare più forte di prima dopo questa stagione in prestito e di potersi guadagnare una maglia da titolare: Fin da bambino, il mio sogno è sempre stato quello di trionfare nel calcio e da quando sono arrivato al Milan ho avuto quell’obbiettivo. Per ora non ce l’ho fatta, però penso che un giorno ci riuscirò”.

L’augurio della società e di noi tifosi è quello che durante questa stagione possa ancora crescere tanto all’Espanyol e che quando tornerà al Milan lo farà da protagonista.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook