Luci (perenni) a San Siro

Poco sole durante l’autunno milanese. È una delle caratteristiche principali della vita sotto la Madonnina. Ma il Milan taglia il problema alla radice, dato che per i primi 3 mesi della stagione giocherà a San Siro sempre in notturna, tranne il 6 novembre, giorno di Milan – Catania, fissato per le 15.

E il calendario elaborato dalla Lega per le giornate comprese tra la 2^ e la 14^ prevede posticipi anche per le partite giocate in trasferta tranne il lunch match di Lecce del 23 ottobre, fissato alle 12.30, e l’anticipo del 29 ottobre alle 18. In quest’ultimo il Milan gioca a Roma, da dove vedrà sì il sole, ma quello pallido dell’ultimo tramonto prima dell’ora solare, in vigore dalla notte successiva. Per il resto il Milan giocherà in tutto 16 partite alle 20.45, sei delle quali in Champions e 10 in campionato.

Memorandum per le vostre agende: gli uomini di Allegri scendono in campo di sabato sera il 24 settembre (a San Siro col Cesena), il 15 ottobre (Milan – Palermo) e il 19 novembre in casa della Fiorentina. Posticipo della domenica invece il 18 settembre a Napoli, il 2 ottobre a Torino e il 27 novembre in casa col Chievo.

LEGGI ANCHE:  Carnevali: "Dal Milan prenderei un giocatore in particolare", poi la notizia su Berardi!

Gli impegni dei mercoledì sono tutti al Meazza: l’Udinese il 21 settembre, il Viktoria Plzen la settimana dopo, il Bate Borisov il 19 ottobre, il Parma il 26 ottobre e il Barcellona il 23 novembre.

Infine, si gioca anche di venerdì sera, il prossimo venturo in casa con la Lazio e il 2 dicembre a Genova.

Tre impegni al martedì: il già attesissimo Barcellona – Milan del 13 settembre, la visita nella tana del Bate Borisov nel giorno di Ognissanti e Viktoria Plzen – Milan la vigilia di Sant’Ambrogio (6 dicembre).

La morale per i tifosi speranzosi che questi match possano regalare tante gioie e pochi dolori è: occupati sì, preoccupati no.