Pippo, 6 sorrisi e Cesena nel mirino

Ha recuperato dal suo infortunio e si è allenato coi compagni, con serenità, voglia e con quel vizio del gol che non perderà mai. Rientro con 6 reti in partitella, dimostrazione di forza e carattere. Pippo c’è, è sempre lo stesso e non è finito. Vuole ancora dire la sua, mettersi in gioco, decidere la partita. Quella che sa fare meglio e a cui ci ha spesso e volentieri abituato, in un modo unico e tutto suo.

Facendo ricredere molti, Allegri soprattutto. Coraggioso in una scelta che ha fatto discutere e che non è piaciuta. Ma ci sono ancora campionato e Coppa Italia dove Inzaghi potrà tornare utile, soprattutto in un momento così sfortunato per via delle tante assenze che non si risolveranno in tempi brevi. 6 centri per tornare grande, per lanciare un segnale soprattutto a se stesso. Perchè lui è immortale e da clonare.

LEGGI ANCHE:  "Vi rendete conto del miracolo che stanno facendo?", l'ex rossonero elogia il Milan!

Possibile una sua panchina contro il Cesena sabato prossimo, un motivo in più per seguire la partita, un motivo in più per andare a San Siro ed abbracciare calorosamente un pezzo di storia rossonera, immortale e da clonare!