Sarà Amauri il vice Ibra?

Nella nuova Juventus di Antonio Conte, bella e convincente in queste prime giornate di campionato, c’è qualcuno che non sorride. Si tratta dell’italo-brasiliano Amauri, tenuto ormai da tempo fuori rosa dalla società, per via del suo rifiuto a qualsiasi tipo di trasferimento durante la sessione estiva di calciomercato. Nel club bianconero per la punta ex Palermo non c’è più spazio e la situazione difficilmente subirà una svolta riappacificatrice.

Ecco quindi profilarsi per lui una partenza a gennaio verso altri lidi. Si continua a parlare della pista estera, quella francese in particolare (Marsiglia e Paris Saint Germain su tutte), come possibile destinazione. Ma, è sempre viva la possibilità di vedere il giocatore con la maglia rossonera. Da tempo si parla di Amauri come possibile vice Ibra, casella rimasta ancora vuota nell’organigramma di Mister Allegri. Argomento che, visto gli infortuni a catena che hanno caratterizzato la prima linea del Milan nella prima parte di stagione, è tornato prepotentemente d’attualità. Un rinforzo low cost per il club di Via Turati, che si assicurerebbe così un’alternativa valida allo svedese dsposta anche ad, accettare di buon grado la panchina.

LEGGI ANCHE:  Dove faranno la premiazione in caso di scudetto del Milan? Arriva la decisione della Lega

Questo affare appare assai realizzabile, inoltre, anche perchè accontenterebbe tutte le parti in causa. Detto del giocatore e del Milan, la Juventus sarebbe assai felice di vederlo partire, per diversi motivi. Per prima cosa si libererebbe del suo oneroso ingaggio. Altro aspetto ben poco trascurabile; riuscirebbe a monetizzare qualcosa con la cessione di un calciatore che è in scadenza di contratto (giugno 2012), senza rischiare di perderlo a costo zero dopo aver investito più di 20 milioni di euro, tre anni fa, per il suo acquisto. Si profila un’altra operazione di recupero-giocatori, per un Milan che ci abituato spesso in passato a questi tentativi. Da Cassano a Ronaldinho, passando per Ronaldo e Redondo. Alcune volte è andata bene, altre un pò meno, ma infondo provarci è lecito.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI