Pato sulla via del recupero, incognita Gattuso

Pato sulla via del recupero, incognita Gattuso

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

“Nel centrocampo di questa sera mancavano Gattuso, Ambrosini, Flamini e Seedorf. Non abbiamo bisogno di niente, solo di recuperare un paio di infortunati. Oggi mancavano anche Pato e Thiago Silva”. Queste le parole di Galliani ieri a Mediaset Premium nel dopo gara di Milan Bate Borisov. Se per quanto riguarda Flamini il campo rimarrà un’utopia almeno fino al 2012 per gli altri illustri infortunati i tempi saranno decisamente più brevi.

Thiago Silva, dopo la botta al fianco rimediata la scorso sabato contro il Palermo e il riposto precauzionale in Champions, anche oggi ha svolto la seduta in palestra. Probabile però che verrà convocato in vista della partita di domenica contro il Lecce. Sulla via del recupero anche Alexandre Pato, ai box dal match contro l’Udinese del 21 settembre scorso. Il Papero nei giorni scorsi ha ammesso di sentirsi molto meglio e Allegri potrebbe decidere di concedergli qualche minuto già in Salento oppure mercoledì nel turno infrasettimanale contro il Parma. Nel suo caso la precauzione, visti i continui problemi muscolari accorsi in questi ultimi 2 anni sarà d’obbligo. Per quanto riguarda Seedorf e Ambrosini. L’olandese prosegue con il lavoro differenziato mentre il capitano ha ancora un fastidio alla spalla.

Chi desta più preoccupazione è Gattuso. La paralisi del sesto nervo ottico è una malattia rara che può essere causata da un virus, ma anche dello stress. I movimenti dell’occhio sono bloccati e non si ha visione periferica. Le terapie, prima il cortisone poi il botulino per stimolare gli organi della faccia, stanno dando buoni risultati ma ancora non è possibile stabilire quando il giocatore tornerà a disposizione.

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy