Pato: “Con Allegri c’è molta stima”

Direttamente dal deserto arabico, Alexandre Pato ha deciso di ritrattare quanto affermato non più tardi di quattro giorni fa. Nonostante non gli spieghi cosa debba fare, ecco come il papero ha parlato del feeling con Allegri: “ Il nostro è un rapporto professionale. Tra allenatore e giocatore non deve esserci amicizia. Non c’è nessuna tensione con il mister e si è visto che anche ieri abbiamo giocato in squadra insieme. Ho avuto solo tre allenatori al Milan, tutti e tre bravi, io sono qui per fare quello che loro mi chiedono”.

Stando alle parole di Alexandre, tra lui e il tecnico toscano, non è si è tenuto alcun faccia a faccia:” Allegri ha parlato alla squadra, non servono discorsi individuali. Io e lui abbiamo lo stesso obiettivo: continuare a vincere con il Milan”.  Dulcis in fundo, una battuta inerente le sirene francesi:” Ho un contratto con il Milan fino al 2014. Il Paris Saint Germain non mi ha cercato, di mercato parla il mio procuratore che ho sentito quattro anni fa quando ho scelto il Milan”.

Tutto vero, o semplici frasi di circostanza? Che Pato, dopo avere sparato a zero su Allegri, dovesse rivedere le sue posizioni, era scontato. Se il suo addio diventasse scontato, il prezzo di Tevez aumenterebbe parecchio. Gettare acqua sul fuoco era d’obbligo. Altro dubbio: se Gilmar Veloz, dopo le dichiarazioni post natalizie del suo assistito, aveva parlato di un’offerta affascinante giunta dalla Francia, com’era possibile che mentisse? Al massimo, da quanto emerso, possiamo parlare di armistizio. Ma chiunque ritenesse risolto il caso Pato, si sbaglierebbe di grosso.