Torres in svendita, Galliani ci pensa?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Pare proprio che i rapporti tra Fernando Torres e il Chelsea siano giunti a conclusione. Arrivato al Chelsea lo scorso gennaio, l’ormai ex Niño, ha totalizzato la miseria di 3 gol in Premier League. Bottino a dir poco misero per un attaccante che, dall’Atletico al Liverpool, aveva abituato i suoi tifosi a ben altre medie. Ora sembra che anche Villas Boas si sia stufato di Mr 50 milioni di sterline (il giocatore più costoso della Premier, ndr) tanto da preferirgli Drogba e persino il giovane Sturridge.

Che lo spagnolo sia un antico pallino di Galliani è noto a tutti. Quando il baby prodigio, appena 18enne muoveva i suoi primi passi nell’Atletico, già il Milan aveva messo gli occhi su di lui. Ad un certo punto, intorno al 2005, sembrava proprio che l’attaccante della Roja dovesse sbarcare a Milano poi però non se ne fece nulla. Torres, qualche anno più tardi, venne acquistato dal Liverpool per la faraonica cifra di 36 milioni di euro.

Il passaggio al Chelsea è storia recente, ma probabilmente già da gennaio diventerà solo un ricordo nella carriera del ventisettenne. Abramovich ha deciso, quasi definitivamente, di sbarazzarsi del ragazzo e, a determinate condizioni, potrebbe tornare in gioco Galliani. Qualora Tevez non dovesse arrivare, qualora la soluzione Maxi Lopez non dovesse convincere, i rossoneri potrebbero decidere di virare sullo spagnolo. Il Chelsea non pretenderà di certo di rientrare dall’esborso economico fatto nel 2010, viste media gol e prestazioni, quindi potrebbe valutare l’idea di un prestito, oppure offerte sui 20 milioni di euro. Per Abramovich una minusvalenza da brividi, per Galliani un affare su cui meditare…

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook