Aquilani e Yepes, il recupero è più lungo

Hanno lo stesso problema, giocano nella stessa squadra e vorrebbero tornare entrambi il prima possibile, ma i tempi di recupero sono decisamente diversi. A confermare tutto ciò ci pensa il professor Van Dijk, che nella giornata di oggi e domani visiterà Aquilani e Yepes. Il primo, il “Mister X” dell’estate rossonera, tornerà sui campi di gioco a febbraio; il colombiano invece ritroverà il rettangolo di gioco presumibilmente per fine marzo. Due tegole pesanti per la squadra di Allegri che proprio in questo periodo sarà costretto a un tour-de-force, sperando in qualche regalo dal mercato di riparazione.

14 dicembre: Yepes, dopo essere uscito dolorante dal match Bologna-Milan, riscontra un infotunio alla caviglia destra con interessamento ai legamenti. Si parla di una possibile operazione, ma tutto è rimandato alla visita col professor Van Dijk in Olanda. 13 gennaio: Aquilani rimedia una botta alla caviglia. Sembrava una banale contusione, ma il prolema alla caviglia sinistra si è verificato più serio del previsto e ha costretto il romano a saltare prima il derby e poi la trasferta di Novara. Un problema che metterà ko Aquilani fino a febbraio, costringendolo a saltare anche la prima sfida degli ottavi di Champions League contro l’Arsenal a San Siro, in programma a metà mese.

LEGGI ANCHE:  Milan-Investcorp: ci siamo? Il CEO risponde così!

Almeno un altro mese prima di rivederne in campo almeno uno, Aquilani il più probabile. Ma la speranza è di riaverli operativi e arruorabili per il ritorno di Champions uno e un ipotetico quarto l’altro. Perchè nel momento del bisogno, c’è bisogno di tutti. Aquilani e Yepes inclusissimi.