Perché non un Maxi titolare?

Ecco, ci risiamo. Non si può certo dire che, in questi ultimi giorni, il rapporto tra Max Allegri e la tifoseria rossonera possa ritenersi un legame “d’amore e d’accordo”: prima i masochistici  cambi dell’Olimpico, poi la nuova esclusione di Pippo Inzaghi dalla lista Champions e, ora, nuove incomprensioni riguardanti l’unidici che partirà dall’inizio con il Napoli.

Diverse sono le perplessità: una di queste, in particolar modo, ha il sapore dell’incomprensibile e riguarda la nuova, decisa esclusione di Maxi Lopez. Tantissimi tifosi, anche e soprattutto tramite Facebook, stanno esprimendo il loro malumore su questo fronte: perchè non dargli una chance? Cosa lo abbiamo preso a fare? Perchè quella preferenza assoluta per un Robinho apparso in netta difficoltà nel grigiore dell’Olimpico? Non era forse meglio puntare sull’effetto sorpresa?

LEGGI ANCHE:  Maxischermo a Milano? Notizia dal presidente Fontana!

Tante domande, risposte forse nessuna. Il tecnico livornese si è sempre dimostrato molto coriaceo nel portare avanti le sue idee e le sue scelte: non ama essere sconfessato e, quando è convinto della validità di una mossa, è disposto a perseverare come pochi altri colleghi. In questo caso è difficilissimo prevedere quanto accadrà oggi, ma una cosa ci sentiamo di dirla: l’effetto sorpresa derivante dallo schierare un attaccante nuovo e così abile nel creare spazi e nel non dare punti di riferimento come Maxi avrebbe sicuramente creato qualche imbarazzo in più, anche da un punto di vista psicologico, a Mazzarri e alla lenta difesa partenopea.